I Manfredi con la ricotta sono un primo piatto che solitamente a Napoli viene preparato nei giorni di festa,,  oppure di domenica. Ad essere utlizzata  come tipo di pasta sono le mafalde , un tempo dette ” fettuccelle ” ,  una pasta prodotta esclusivamente con farine di grano duro che  solitamente, almeno fino a qualche tempo fa , veniva a mano  fatta in casa dalle nostre nonne . Esse si prestano ad essere condite con vari sughi di carne, ma ‘ a morte dei manfredi  è sicuramente sopratutto con la ricotta e col ragù.

N.B. Oggi i manfredi con la ricotta si preparano con il classico ragù napoletano o comunque da una salsa bella corposa.

Il delizioso piatto è comunque  conosciuto anche col nome di ‘o piatto d”e feste, ovvero il piatto delle feste, ed ha una storia molto antica legata al Re di Sicilia, Manfredi di Svevia.

La storia di questa pietanza conserva un’antichissima leggenda, secondo cui questo piatto fu inventato nel lontano 1250, per il Re di Sicilia, Manfredi di Svevia. Il Re era in guerra con il Papato per poter ottenere il possesso totale dell’Italia Meridionale, e  quando giunse con tutte le sue truppe nel Sannio, fu accolto dalla popolazione con un delizioso piatto di pasta insaporito con il suo formaggio preferito, la ricotta. di cui era ghiotto Questo gesto non fu solo un cortese benvenuto ma anche un modo per aggiudicarsi la simpatia del Re di Sicilia.Da quel momento il piatto prese il nome di Manfredi con la ricotta”.

Nacque così da un’idea improvvisa, uno dei piatti che col tempo e l’aggiunta di un ingrediente, il pomodoro, che nel 1250 era completamente sconosciuto,  è divenuto un simbolo della cucina napoletana, da molti ritenuto all’epoca e ancora oggi ” ‘o piatto d”e feste”.  I manfredi infatti   sono facili e veloci da preparare, ma assicurano la gioia indiscussa di quanti “il giorno della festa”, siederanno a tavola con voi.

N.B. L’aggiunta  del pomodoro è solo una modifica del piatto originale in quanto il pomodoro a quei tempi era ancora sconosciuto . Esso fu aggiunto infatti solo qualche secolo più tardi con la scoperta dell’America e l’importazione del pomodoro in Europa.

 

 

 

 

  • 104
  • 0