PIAZZA BELLINI

Piazza Bellini , si intitola al grande musicista che fu per moltissimi anni a Napoli a studiare nel conservatorio poco distante.
In origine era solo uno slargo , dove però vi passavano le antiche mura della greca Neapolis.
Ancora oggi in questa piazza possiamo ammirare uno scavo da cui affiora un tratto della murazione della antica città greca (V o VI sec. a.c.. Esse sono insieme ad altri pochi reperti , i soli visibili in città , dalla strada .
Prima che la piazza assumesse l ‘ aspetto odierno, numerosi erano i conventi ed i giardini che la circondavano .
Oggi resta soltanto la facciata dell’ ex convento di S. Antonio , il palazzo del principe Firrao e del principe Conca.
Un ‘ importante palazzo ( quello che resta ) era quello del principe Conca , originario di Capua e fra le prime famiglie per censo ad incarichi ricoperti. Egli comprò il palazzo dal marchese Alarcon de Mendoza ( al marchese fu donato da Carlo V ) per farne una dimora da favola con innumerevoli opere d’ arte,soffitti affrescati ,mobili , specchiere e una notevole biblioteca che ebbe l’ onore di ospitare Giovan Battista Marino e Torquato Tasso.
Nel 1600 dai Conca andò agli Orsini e questi lo cedettero poi alle monache dell’ attiguo convento di S. Antonio .
Il palazzo Conca fu danneggiato dal terremoto del 1694 ma la facciata in pietra piperno, rimase intatta come la si vede adesso.                                                                                                                                                                                                                   Il vicino complesso di Sant’ Antonio delle Monache a Port’Alba , oggi sede di una biblioteca universitaria risalta per lo scenografico scalone a doppia rampa che insieme alla sua facciata risalgono al 700. Nella struttura è anche presente un bellissimo chiostro che vale la pena visitare .                                                                                                                                                  L’edificio di maggior rilievo architettonico che possiamo ammirare oggi in piazza è il palazzo  Firrao del seicento , che mostra nella facciata , disegnata da Cosimo Fanzago ,numerose nicchie con busti marmorei .
Il monumento a Bellini è un ‘ opera dell’ 800 di Alfonso Bazzico che volle rappresentare nelle nicchie del basamento ,le 4 eroine della lirica belliniana : Norma – Amina- Giulietta – Elvira .
La piazza è oggi un punto di ritrovo , molto frequentato , sopratutto dai giovani universitari e non ( la zona raccoglie numerose facoltà universitarie )
Si possono trovare numerosi locali – bar con tavoli all’ aperto , musica dal vivo , iniziative culturali , spettacoli e ristorazione.

bellini-1 bellini-2 bellini-3 bellini-4 bellini-5 bellini-6 bellini-7 bellini-8 bellini-9 bellini-10 bellini

220px-resti_antichina 220px-bellini_statuenaples

Commenti via Facebook

(331 Posts)