SOFFRITTO

ZUPPA FORTE ALLA NAPOLETANA

zuppa povera oserei dire. piatto creato dalle umili popolane con gli avanzi dei luculliani pranzi dei gran signori dell’aristocrazia napoletana.
fuori ai palazzi signorili si riunivano le popolane in attesa che i servitori del nobile di turno concedesse loro gli avanzi dei pranzi nobiliari. gli scarti della carne ( le interiora ) venivano così smaltite.
le brave cuoche del popolo si inventarono questo piatto unendo il pomodoro con il peperoncino e queste carni di “scarto”. ed ecco la meraviglia.
ipercalorica ma squisita.
Preparazione circa 1 ora e 30 circa
Ingredienti per 6/8 persone
2Kg di soffritto di MAIALE ( fegato,cuore, polmone,milza, potete aggiungere o eliminare la carne a vostra scelta.)
1 bicchiere di olio EVO
100 gr di sugna ( strutto )
1/2 bicchiere di vino rosso (mi raccomando di buona qualità)
2 o 3 peperoncini piccantissimi spezzettati
1 bottiglia di salsa di pomodoro
30 gr di conserva di pomodoro
3 o 4 foglie di alloro ( se fosse fresco, sarebbe il massimo )
1 rametto di rosmarino
sale q.b.
Vi do un consiglio, fatevi preparare la carne dal vostro macellaio di fiducia, vi eliminerete parte della fatica e saprete per certo che la preparazione sarà fatta come si deve, lasciando a voi il solo piacere di cucinarla. Ponete in una casseruola a sciogliere sia l’olio che la sugna ( una pentola di coccio sarebbe l’ideale), aggiungete i pezzettini di carne e fateli rosolare a fuoco vivace rimestando in modo tale che non attacchino sul fondo .
Quando li vedrete cominciare a prendere colore aggiungete il vino rosso che farete evaporare, dopodichè procederete ad aggiungere tutti i condimenti mescolando ben bene.
Proseguite la cottura abbassando la fiamma in modo tale che ci sia un lievissimo bollore, deve, insomma “peppiare” e seguite la cottura per almeno un’ora tenendo presente che se è necessario si può aggiungere di tanto in tanto un mestolo di acqua bollente (mettete un pentolino con l’acqua sul fuoco, servirà a non interrompere la bollitura).
L’aspetto finale sarà quello di uno spezzatino al sugo, profumatissimo e denso che potrete servire accompagnato sia da crostini di pane raffermo che da pane fresco di tipo casereccio.
Potrete anche usare il sugo della Zuppa per condire un bel piatto di bucatini ( o spaghetti).
Voi la scelta del come vorrete meglio gustare questo piatto semplice e antico ma degno di soddisfare i palati più esigenti.
Vi consiglio di accompagnare questa Zuppa Forte con un buon rosso , corposo e asciutto… un Piedirosso o un taurasi.

soffritto

DAL SITO “IL SALOTTO VERACE.IT”

Commenti via Facebook

(340 Posts)